Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Anagrafe degli Italiani residenti all’estero (AIRE)

AVVISO: NUOVE SANZIONI PER MANCATA ISCRIZIONE ALL’A.I.R.E.

 

L’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (A.I.R.E.) è il registro dei cittadini italiani che risiedono all’estero.

L’AIRE è stata istituita dalla Legge 27.10.1988 n. 470. Registrarsi all’AIRE è un diritto e un obbligo.

L’iscrizione all’AIRE DEVE essere effettuata dal cittadino all’Ufficio consolare competente entro 90 giorni dal trasferimento della propria residenza.

La Cancelleria Consolare invia i dati e il Comune in Italia li registra.

 

CHI DEVE iscriversi all’AIRE

  • i cittadini italiani che intendono vivere all’estero per più di 12 mesi
  • i cittadini nati all’estero e che vi rimangono
  • chi acquisisce la cittadinanza all’estero

 

CHI NON DEVE iscriversi all’AIRE

  • i cittadini italiani che si recano all’estero per un periodo di tempo inferiore a 12 mesi
  • i lavoratori stagionali
  • i dipendenti dello Stato in servizio all’estero
  • i militari italiani in servizio presso gli uffici e le strutture della NATO dislocati all’estero

 

Motivi per iscriversi all’AIRE

  1. Avere acceso ai servizi consolari (registrazione matrimonio e/o nascita di figli, certificati, rinnovo passaporto, rinnovo patenti di guida italiane e altro)
  2. Votare per elezioni politiche
  3. Ottenere il rilascio o il rinnovo del documento di viaggio

Per approfondimenti sull’AIRE visita la relativa pagina sul sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.