Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Rientro definitivo in Italia – Trattamento doganale

Hanno diritto all’esenzione doganale i cittadini italiani iscritti all’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero – Legge 27.10.1988 n. 470) che rientrano definitivamente in Italia dopo aver risieduto continuativamente e permanentemente all’estero per almeno 12 mesi.

Tutti gli oggetti da importare in Italia nel rientro definitivo debbono essere posseduti e usati dal richiedente e debbono essere destinati al suo esclusivo uso personale. È vietata l’importazione di beni, in esenzione doganale, per fini diversi.

 

Masserizie

Per ottenere l’esenzione doganale non occorre il rilascio di alcun documento da parte di questo Consolato, nel caso in cui vengano importate solo le masserizie.

L’Ufficio delle Dogane italiano richiede:

  • Modulo autodichiarazione rimpatrio riportante la data di arrivo all’estero e quella del rientro in Italia, includendo l’indirizzo o almeno il Comune di prossima residenza e l’elenco delle masserizie (stoviglie, abbigliamento, giocattoli ecc.)

 

Veicoli

È possibile importare veicoli (automobili, motocicli o altri oggetti mobili a motore) in Italia, solo nel caso in cui questi ultimi siano stati di proprietà del concittadino che rimpatria per almeno 6 mesi.

Puoi inviare una richiesta di certificazione all’Ufficio di Stato Civile (stcivile.washington@esteri.it), allegando copia della seguente documentazione:

  • Modulo autodichiarazione rimpatrio per dogana con veicolo
  • Certificate of Title (certificato di proprietà) tradotto in italiano con apostille del veicolo (non si traduce l’apostille)
  • Vehicle registration
  • Dichiarazione o lettera con le specifiche tecniche dell’autoveicolo rilasciata dal venditore (documento facoltativo)
  • Dichiarazione di conformità del veicolo alla normativa CE, solo se rilasciata dal concessionario (documento facoltativo)

Tutti i documenti sopra elencati dovranno essere presentati esclusivamente in ORIGINALE, con APOSTILLE e muniti di TRADUZIONE in lingua italiana.

Per ulteriori informazioni si prega di visitare il sito della Agenzia delle Dogane.

 

Rimpatrio con animali domestici

In caso di rientro in Italia con un animale domestico, occorre seguire queste regole:

  • gli animali debbono essere animali di compagnia. Non si possono portare in Italia animali per fini commerciali utilizzando questa tipologia di servizio;
  • debbono avere più di tre mesi di età;
  • debbono viaggiare con il proprietario o persona da questo autorizzata;
  • puoi portare con te al massimo cinque (5) animali domestici, che possono essere: cani, gatti, furetti, o altri animali (ad esempio: pesci, rane, tartarughe e uccelli, purché non appartengano alla fascia protetta dalla CITES (Convenzione sul Commercio internazionale di specie minacciate di estinzione).

L’introduzione di animali domestici viene regolata dall’Unione Europea (vedi regolamento 998\2003\CE).

Per ulteriori informazioni, visita il sito del Ministero della Salute italiano.

Documenti richiesti

  1. Certificato veterinario (Veterinary certificate to EU), compilato e firmato dal Servizio Veterinario Ufficiale, contenente le informazioni riguardo la buona salute dell’animale;
  2. Microchip o tatuaggio leggibile;
  3. Certificato di vaccinazione contro la rabbia in corso di validità.

Il certificato NON deve essere legalizzato da questa Cancelleria Consolare, è sufficiente la firma del veterinario della contea o città corrispondente.

 

 

MODULI:

Modulo dichiarazione sostitutiva di rimpatrio per dogana