Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Rapporti politici

Fin dallo stabilimento, nel 1861, dei rapporti diplomatici, le relazioni tra Italia e Stati Uniti si sono fondate su radici profonde, espressione di diversi fattori storici, sociali, culturali ed economici. Nel 2021 ne celebrammo il 160esimo anniversario. Allo sviluppo dello straordinario legame tra i due Paesi ha contribuito in misura consistente una folta e qualificata comunità di origine italiana, stimata in oltre 17 milioni di americani. Le relazioni tra Italia e Stati Uniti, a partire dalla solida alleanza costruita negli anni intorno agli assi portanti delle Nazioni Unite, della NATO e dell’euro-atlantismo, sono cementate dalla condivisione di valori e principi fondamentali di libertà, pace, democrazia, giustizia, sicurezza, stabilità e solidarietà.

Sono molti i teatri di crisi nei quali Italia e Stati Uniti sono fianco a fianco per proteggere la sicurezza dei nostri cittadini e promuovere la pace e la stabilità. Un impegno al quale l’Italia contribuisce in maniera determinante, in termini di risorse umane e finanziarie.

Con la dichiarazione comune adottata a Washington il 27 luglio 2023, il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, e il Presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, hanno riaffermato la solidità dell’alleanza tra Italia e Stati Uniti, il partenariato strategico e la profonda amicizia tra i due Paesi, delineando le aree di prioritario, comune impegno.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella effettuò una visita ufficiale a Washington e Silicon Valley nell’ottobre 2019.

Il Presidente Biden fu in Italia nell’ottobre 2021.

Italia e USA collaborano fianco a fianco sul piano multilaterale facendo fronte comune sulle principali sfide globali, come il cambiamento climatico, le migrazioni, la fiscalità internazionale, le forniture di minerali critici, la sicurezza alimentare, la cooperazione allo sviluppo, l’empowerment femminile, la cultura e la lotta alla corruzione.

I forum multilaterali, come il G20 del 2021 e il G7 del 2024, presieduti dall’Italia, offrono l’occasione di rimarcare una visione comune basata su valori condivisi.

L’Italia riveste un ruolo centrale anche nelle relazioni tra Unione Europea e Stati Uniti, cui è stato impresso un deciso rilancio dall’Amministrazione Biden, anche con la creazione del TTC (inaugurato nel 2021 e con 4 riunioni già svolte) e con l’avvio di nuovi formati di dialogo su economia, politica estera e sicurezza.

Link:

 

Le Frecce Tricolori sorvolano la città di Roma
Le Frecce Tricolori sorvolano la città di Roma

 

Cooperazione militare e di difesa

Italia e Stati Uniti vantano una intensa cooperazione nel settore difesa. Le iniziative di cooperazione sono seguite dall’Ufficio dell’Addetto per la Difesa e per la Cooperazione Difesa, che opera all’interno dell’Ambasciata in stretto coordinamento con gli altri uffici della missione diplomatica.

L’Ufficio è retto da un Ufficiale Generale che rappresenta, sul territorio degli Stati Uniti d’America (con accreditamento secondario in Canada e in Messico), il Ministero della Difesa italiano ed è alle dipendenze del Capo di Stato Maggiore della Difesa (per la parte operativa) e del Segretario Generale della Difesa e Direttore Nazionale degli Armamenti (per la parte industriale e amministrativa). Lo scopo della sua missione è:

  • sostenere, veicolare e illustrare la politica di difesa italiana presso il Dipartimento della Difesa americano, evidenziando le capacità, le attività e gli equipaggiamenti di cui dispongono le Forze Armate italiane;
  • fornire al Ministero della Difesa italiano informazioni su questioni di rilevanza politico-militare afferenti agli Stati Uniti nonché su temi della difesa, quali lo sviluppo delle Forze Armate americane, gli equipaggiamenti e l’impiego di contingenti all’estero;
  • promuovere relazioni e iniziative bilaterali con il Dipartimento della Difesa americano;
  • consigliare l’Ambasciatrice d’Italia a Washington sui temi della difesa;
  • rafforzare i legami ed accrescere la reciproca conoscenza nello specifico settore organizzando visite di autorità della Difesa italiana negli Stati Uniti;
  • assistere e vigilare sul personale militare italiano dislocato presso infrastrutture militari nel territorio degli Stati Uniti.

Inoltre, quale rappresentante del Segretario Generale della Difesa/Direttore Nazionale degli Armamenti, l’Ufficio dell’Addetto per la Difesa e per la Cooperazione Difesa ha il compito di:

  • promuovere la cooperazione tra Italia e Stati Uniti in materia di ricerca e sviluppo di programmi tecnologici, con particolare attenzione alla necessità che gli equipaggiamenti sviluppati siano pienamente interoperabili;
  • assistere le industrie italiane della difesa nelle loro iniziative di cooperazione con quelle americane e partecipare a discussioni bilaterali o multilaterali in materia di controllo delle esportazioni;
  • supportare il processo di procurement a beneficio delle Forze Armate italiane, al fine di acquistare dal governo statunitense (attraverso i Foreign Military Sales) o direttamente da società statunitensi (attraverso Direct Commercial Sales) i necessari equipaggiamenti necessari.

Link:

China Lake

L’Aeronautica Militare durante l’operazione Blazing Shield 2018 a China Lake, California (20 feb – 25 apr 2018)