Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Giorgio Armani

Riesling, Armani/Casa, 2014

©Foto Massimo Listri

 

Matrix, Armani/Casa, 2017

©Foto Massimo Listri

 

Evans, Armani/Casa, 2014

©Foto Massimo Listri

 

Luxembourg, Armani/Casa, 2016

©Foto Massimo Listri

 

Hyades, Armani/Casa, 2014

©Foto Massimo Listri

 

Giorgio Armani (Piacenza 1934)

Oltre a essere tra i protagonisti del Made in Italy nel campo della moda, Giorgio Armani ha creato Armani/Casa nel 2000, per connotare con la sua cifra stilistica anche l’architettura. Fin dagli esordi, il suo mondo dell’abitare riflette il dialogo costante fra minimalismo e décor, fra tradizione e innovazione: suggestioni d’Oriente anni Venti, art déco, il fascino dell’estetica anni Trenta e Quaranta nonché forme, elementi e colori attinti dal mondo della natura guidano negli anni le collezioni, che danno vita a raffinate atmosfere, in un continuo gioco di rimandi al passato e di attenzione al presente. Sempre nel 2000, il Guggenheim di New York ha dedicato a Giorgio Armani un’importante retrospettiva itinerante. Nel 2005 ha presentato a Parigi la prima collezione di haute couture Giorgio Armani Privé. Nel 2004 è nato l’Armani/Casa Interior Design Studio per fare fronte alla crescente richiesta di progetti di design su misura per i clienti privati. Nel 2010 ha aperto il primo Armani Hotel a Dubai all’interno del Burj Khalifa, seguito, l’anno successivo, dall’Hotel Armani di Milano. Nel 2015 lo stilista ha celebrato il quarantesimo anniversario dell’azienda con l’inaugurazione dello spazio espositivo Armani/Silos ed è stato nominato special ambassador di Expo Milano. Nel 2017 ha istituito la Fondazione Giorgio Armani per realizzare progetti di pubblica utilità. Nel corso della sua carriera, ha ricevuto riconoscimenti a livello nazionale e internazionale, come i titoli di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica, Grand’Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica, Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito dal Presidente della Repubblica e la Légion d’Honneur. Ha ricevuto inoltre l’Award for Best International Designer e il Lifetime Achievement Award per l’abbigliamento maschile e per arte e moda, entrambi conferiti dal Council of Fashion Designers of America. Gli sono stati riconosciuti, inoltre, un dottorato dal Royal College of Art di Londra e le lauree honoris causa dall’Accademia di Brera di Milano, dal Central Saint Martins College of Art and Design di Londra e dal Politecnico di Milano.

«L’interior design per me rappresenta lo spazio della creatività dove dalla combinazione di ricerca, funzionalità, qualità e richiami a mondi e culture diversi nasce l’equilibrio della bellezza senza tempo». (Giorgio Armani)