Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

L’ARENA DI VERONA OPERA FESTIVAL IN AMBASCIATA A WASHINGTON.

Speranza Scappucci, Cecilia Gasdia, S.E. l’Ambasciatrice Mariangela Zappia, Yeajin Jeon, Ivan Magrì, Sara Cortelezzis e Stefano Trespidi

All’Ambasciata d’Italia a Washington, la Sovrintendente della Fondazione Arena di Verona, Cecilia Gasdia, ha presentato, insieme al Vicedirettore artistico, Stefano Trespidi, le stagioni 2024 e 2025 dell’Arena Opera Festival.

Nel suo indirizzo di saluto, l’Ambasciatrice Mariangela Zappia ha sottolineato la speciale connessione stabilita fra Washington e Verona grazie alla Turandot di Giacomo Puccini, che andrà in scena al Kennedy Center, così come all’Arena.

La serata, realizzata in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura, fa parte del tour internazionale che la Fondazione Arena di Verona ha organizzato per celebrare il Festival Lirico all’Arena di Verona 2024, anno in cui si celebra il centenario della scomparsa di Giacomo Puccini e la recente inclusione del canto lirico italiano nel patrimonio immateriale dell’umanità dell’UNESCO.

Dopo la presentazione, le soprano Yeajin Jeon e Sara Cortelezzis, il tenore Ivan Magrì accompagnati al pianoforte dalla Sovrintendente Cecilia Gasdia, hanno eseguito alcune delle più famose arie dell’opera italiana di Giacomo Puccini, di fronte ad un vasto pubblico comprendente attori cruciali nel panorama culturale, inclusi la stampa, operatori turistici e ospiti istituzionali.

L’Arena di Verona Opera Festival, il teatro d’opera all’aperto più grande del mondo, presenta quest’anno cinquanta eventi, dal 7 giugno al 7 settembre, tra i quali tre opere di Puccini e, in apertura di stagione, un grande spettacolo in mondovisione dedicato all’Opera Italiana Patrimonio dell’Umanità con un’orchestra di 150 musicisti e un coro di più di 300 voci diretti dal Maestro Riccardo Muti.