Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Alberto Lago

Ferai Codega, Salviati, 2019

©Foto Massimo Listri

 

Alberto Lago (Bassano del Grappa 1982)

Alberto Lago è un direttore artistico e designer, con interessi che spaziano dal design industriale a quello alimentare. Il suo percorso formativo si snoda tra architettura, ingegneria e design, sua grande passione da sempre insieme alla grafica. Ha vissuto e lavorato a San Francisco, Los Angeles, Stoccarda, fino ad approdare a Venezia, dove vive tuttora. Dal 2019 è direttore artistico di Salviati a Murano. A contraddistinguere il suo processo creativo è lo studio delle tecniche di lavorazione dei materiali naturali quali ceramica, tessuto, vetro, marmo, metallo e legno. Segno distintivo dell’approccio di Lago è l’interazione diretta con gli artigiani per apprendere le loro tecniche. Queste conoscenze, usate in simbiosi con le nuove tecnologie, contaminano il processo creativo in modo unico, alimentando la sperimentazione di nuovi paradigmi nella cultura del prodotto artigianale. Lago ha ricevuto numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali per lo sviluppo di differenti categorie di prodotto, tra cui mobili, food design, copertine di riviste, poster, illustrazioni. I suoi lavori sono stati esposti presso Milano Design Week, Venice Glass Week, Biennale di Venezia e Industrie Museum a Chemnitz.

Le lampade a sospensione, da tavolo, da terra e le applique della collezione ‘Ferai’ sono un connubio di geometrie, ricercate cromie e lavorazioni che richiamano gli archetipi della tradizione vetraria muranese. Si ispirano ai fanali alimentati a olio – i ferài, appunto – introdotti nel 1732 dalla Serenissima per illuminare le calli della città lagunare. (Alberto Lago)