Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Oltre 6400 visitatori all’Ambasciata d’Italia per la EU Open House 2024

L'interno dell'Ambasciata con una fila di partecipanti

Washington DC, 13 maggio 2024 – Sono stati 6453 i visitatori dell’Ambasciata d’Italia nella giornata di sabato per la consueta EU Open House, in cui tutte le Ambasciate dell’Unione Europea aprono le porte al pubblico per la Festa dell’Europa.

I visitatori, accolti nell’edificio dell’Ambasciata disegnato negli anni novanta dall’architetto Piero Sartogo con una forma che replica la planimetria di Washington realizzata alla fine del diciottesimo secolo, sono stati intrattenuti da un’offerta culturale e da un allestimento all’insegna del Made in Italy.

Con l’occasione dell’Open House, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura è stata inaugurata a Washington la mostra fotografica “Bearing Witness” di Francesco Semprini e Fausto Biloslavo. Curata da Giorgia Rivera, l’esposizione illustra 40 anni di conflitti in tutto il mondo, coperti dal fronte dai due corrispondenti di guerra: dal Libano nel 1982 all’Africa post-coloniale fino ai Balcani e all’Ucraina. L’atrio principale ha ospitato il progetto interattivo “The Golden Doors to Infinity” dell’artista William Adair, composto da 4 porte dorate, ispirato alla poesia di Walt Whitman durante il periodo della Guerra Civile americana come elegia per quanti sono stati direttamente o indirettamente colpiti da conflitti.

Era inoltre presente con un proprio stand l’Università del Maryland, con una lettrice di italiano che ha presentato i curricula di lingua e letteratura italiana, nonché le istituzioni e associazioni che nell’area della capitale contribuiscono a diffondere la lingua e la cultura italiana come Casa Italiana e The Italian Cultural Society. Gli stand informativi del COMITES e di Italians in DC hanno illustrato le attività per la comunità locale. Sono stati proiettati video promozionali dell’ENIT e video sul progetto “Turismo delle Radici”, mirato ad attirare viaggiatori alla riscoperta dei luoghi delle proprie origini in Italia.

Nell’area esterna all’edificio, tra le altre attrazioni principali hanno figurato lo stand automobilistico di Automobili Lamborghini, e quello delle due ruote, in collaborazione con “La Moto” di Washington, con l’esposizione di tre Vespe Piaggio (con i colori del tricolore) e di modelli di Moto Guzzi ed Aprilia.

Presente anche l’intrattenimento per i più piccoli, tramite le attività organizzate da Kinder Joy of Moving, con l’aiuto di volontari.

Non sono mancate le opportunità per assaggiare alcuni dei prodotti più tipici della nostra gastronomia, dal gelato di Dolci Gelati, alla pizza di Orocatering e Ferrero.