Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

L’Ambasciata d’Italia a Washington riunisce l’Osservatorio nazionale della lingua italiana

L’Ambasciata d’Italia a Washington ha ospitato oggi la prima riunione semestrale 2022 dell’Osservatorio nazionale della lingua italiana, organo di indirizzo e orientamento per la promozione la lingua e cultura italiana negli Stati Uniti.

Alla riunione hanno partecipato circa sessanta membri dell’Osservatorio, tra cui la Vicesegretaria Generale del CGIE, Silvana Mangione, alcuni docenti dell’Università di Perugia, i rappresentanti di Eduitalia, i responsabili della rete consolare negli USA, Consoli, i Dirigenti scolastici, i Direttori degli Istituti di Cultura e i Presidenti dei 14 Enti Gestori sul territorio.

La riunione è stata presieduta dal Vice Capo Missione, Min. Plen. Alessandro Gonzales, che nell’aprire i lavori ha sottolineato il carattere prioritario che il MAECI e la nostra rete diplomatico-consolare conferiscono alla diffusione della lingua italiana anche quale veicolo di promozione della cultura, della societa’ e dell’economia italiane, nonche’ strumento di valorizzazione delle eccellenze che rendono unica l’Italia nei campi più diversi: un obiettivo complesso, che puo’ essere conseguito solo attraverso un’azione sinergica del sistema Paese.

I piu’ recenti dati relativi all’anno scolastico 2020/2021 indicano un incremento del 14,6% (214.175) del numero di studenti di italiano rispetto alla rilevazione condotta sull’anno precedente (186,894). Gli Stati Uniti, per il quinto anno consecutivo sono il quarto Paese per numero di studenti di italiano, e l’Italia rappresenta la seconda destinazione all’estero per gli studenti americani (39.043, soltanto 315 in meno rispetto al Regno Unito).

Nel corso della riunione è stato valorizzato anche il miglioramento qualitativo delle performance degli studenti di italiano, con l’aumento della percentuale degli studenti che hanno superato a pieni voti l’esame “Advanced Placement” di italiano.

Nell’approvare il piano strategico che definisce le linea di azione di promozione della lingua italiana per il 2022, l’Osservatorio ha indicato le principali sfide su cui dovrà nei prossimi mesi concentrarsi l’azione di sostegno alla diffusione dell’Italiano: la formazione dei docenti, l’adozione di metodologie didattiche che integrino anche l’insegnamento a distanza, il sostegno alle università dove sono presenti major e minor di italiano e l’aggiornamento delle collaborazioni tra università USA e aziende italiane.