Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Focus su GenZ e tecnologia all'Ambasciata italiana negli Usa

Data:

30/11/2022


Focus su GenZ e tecnologia all'Ambasciata italiana negli Usa

Washington, DC (30 novembre 2022) – Impegno sociale, attivismo, apertura mentale. Ma anche ansia, scetticismo, senso di sopraffazione, diffidenza verso il dibattito politico. È così che la Generazione Z – meglio conosciuta come GenZ – qualifica il proprio rapporto con il mondo dei media tradizionali e con le grandi tematiche di politica estera. Quanto emerso dall’evento “GenZ, The News, And The World”, organizzato ieri dall’Ambasciata d’Italia a Washington all’interno della propria Digital Diplomacy Series, ha fornito una fotografia generazionale complessa e senza dubbio “non monolitica”, usando un’espressione che gli stessi membri della GenZ hanno voluto sottolineare più volte nel corso della conversazione.

“La Generazione Z è a pieno titolo tra i nostri stakeholder in politica estera”, ha evidenziato l’Ambasciatrice d’Italia negli Stati Uniti, Mariangela Zappia, aprendo l’evento. “Dobbiamo quindi essere in grado di ascoltare i GenZ e tenere conto del contributo che offrono al dibattito sulle sfide globali e gli altri temi di maggiore attualita’” ha aggiunto. L’Ambasciatrice ha valorizzato iniziative italiane quali l’organizzazione del primo evento Youth4Climate, durante la presidenza italiana del G20, divenuta piattaforma permanente sul cambiamento climatico, e ha posto l’accento sulla disinformazione e la protezione dei dati personali, tra i temi di maggior attualità nel rapporto tra i GenZ e il mondo dell'informazione.

Particolare attenzione ha trovato, nel corso dell’evento presso l’Ambasciata italiana, un dibattito sulle piattaforme: la presenza dei più giovani su TikTok e Instagram, ma anche la fruizione da parte di GenZ dei media tradizionali, ormai da tempo interessati ad attirare la fascia giovane di lettori in maniera sempre meno tradizionale.

L’evento presso l’Ambasciata italiana ha visto la partecipazione di relatori tutti giovani. Tra questi anche l’italiano Alessandro Tommasi, fondatore e amministratore delegato di Will Media, presente su molteplici piattaforme online con un pubblico di milioni di utenti. La conversazione, moderata da Rachel Janfaza, autrice della newsletter The Up And Up sui GenZ ed ex giornalista di CNN, ha visto anche la partecipazione di Sophie Beren di The Conversationalist, appena nominata “30 Under 30” da Forbes; Carmella Boykin, parte del piccolo team dietro il popolarissimo canale TikTok del Washington Post; e Monica Anderson, esperta del Pew Research Center in materia di Internet e tecnologia, incluso l’utilizzo dei social media da parte delle generazioni più giovani.


2690