Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Celebrazioni della Festa della Repubblica a New York (3 giugno 2019).

Data:

04/06/2019


Celebrazioni della Festa della Repubblica a New York (3 giugno 2019).

L’Ambasciatore d’Italia a Washington, Armando Varricchio, ha partecipato ieri al ricevimento per la Festa della Repubblica tenutosi presso la sede del Consolato Generale di New York. Alla presenza del Console Generale Francesco Genuardi, del gruppo di parlamentari italiani che ha partecipato alla corsa “Italy Run” e di una nutrita rappresentanza di italiani e italo-americani l’Ambasciatore Varricchio ha ricordato come “nessun luogo meglio di New York incarni la profonda amicizia tra Stati Uniti e Italia. Nomi, aziende, storia e cultura italiani sono profondamente intrecciati con il tessuto sociale e la vita della Grande Mela”.

Nel corso della giornata, l’Ambasciatore ha visitato la sede dell’Istituto per il Commercio Estero di New York dove è allestita la mostra di prodotti italiani “An Authentic italian experience”, ha incontrato i Parlamentari italiani e consegnato le Onorificenze al Merito della Repubblica a Isabella Rossellini e Antonio Monda e della Stella d’Italia a John Turturro. Prima del ricevimento, l’Ambasciatore ha inaugurato lo spazio riservato ai libri italiani nella sala d’attesa del Consolato, allestito in collaborazione con la libreria Rizzoli di New York e altre case editrici quali Mondadori, Einaudi, Piemme, Sperling, Giunti e Bompiani. Nel corso del ricevimento per la Festa della Repubblica in Consolato è stato presentato il piatto “Granotricolore.it” elaborato dallo chef Davide Oldani in collaborazione con Eataly di New York.

Le celebrazioni per la Festa della Repubblica si sono chiuse con una performance della cantante jazz Chiara Civello presso l’Istituto Italiano di Cultura di New York. Chiara Civello si era già esibita il 16 aprile scorso all’Ambasciata d’Italia nell’ambito della serie “Woman who jazz” curata dall’Istituto Italiano di Cultura di Washington.


2270