Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

La National Italian-American Foundation rende omaggio insieme all’Ambasciatore d’Italia Armando Varricchio alla delegazione italo-americana in Congresso.

Data:

26/02/2019


La National Italian-American Foundation rende omaggio insieme all’Ambasciatore d’Italia Armando Varricchio alla delegazione italo-americana in Congresso.

Washington, 25 febbraio 2019. L’Ambasciatore d’Italia Armando Varricchio è intervenuto oggi ad un evento per celebrare la Delegazione Italo-americana nel 116° Congresso organizzato dalla National Italian-American Foundation (NIAF) nel corso del quale i Presidenti della Fondazione Gabe Battista e Pat Harrison hanno dato il benvenuto a quattro nuovi membri italo-americani della House: Anthony Brindisi, Greg Gianforte, Joseph Morelle e Jennifer Wexton.

L’Ambasciatore Varricchio ha ricordato il forte impulso che i membri della Delegazione congressuale, formata da esponenti di entrambi gli schieramenti politici, repubblicano e democratico, da sempre imprimono al rafforzamento dei fortissimi rapporti bilaterali che toccano ogni settore, dalla politica estera, all’economia, alla cultura fino alla sfera sociale. Un rapporto unico, basato su principi e valori condivisi che - come ha ricordato l’Ambasciatore – “la delegazione italo-americana nel 116° Congresso continuerà a nutrire ed alimentare, con nuove idee ed uno sguardo orientato al futuro, memore delle grandi tradizioni che legano le due sponde dell’Atlantico e forte del sostegno di oltre 18 milioni di cittadini che vantano origini italo-americane”.

Nel solco di questi ottimi rapporti, lo scorso 4 gennaio il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Enzo Moavero Milanesi, aveva incontrato in occasione dell’insediamento del nuovo Congresso, il democratico Bill Pascrell e il repubblicano Mike Amodei, co-chairs della Delegazione italo-americana in Congresso. Nel giugno 2018 lo stesso Presidente Trump aveva celebrato la festa della Repubblica con un caloroso messaggio ricordando come gli italo-americani abbiano contribuito e “continuino a contribuire alla storia della grandezza americana”.


2222