Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Celebrazione della Festa delle Forze Armate e dell’Unità Nazionale

Data:

02/11/2018


Celebrazione della Festa delle Forze Armate e dell’Unità Nazionale

Washington 2 novembre 2018 - L’Ambasciata d’Italia ha celebrato ieri la Festa delle Forze Armate e dell’Unità Nazionale nel centesimo anniversario della fine del primo conflitto mondiale, avvenuta per l’Italia il 4 novembre 1918. L'evento ha messo in evidenza lo stretto rapporto che lega Italia e Stati Uniti e il contributo cruciale che le Forze Armate italiane forniscono alla sicurezza internazionale.

Le celebrazioni sono state introdotte dal Generale Stefano Cont, Addetto per la Difesa presso l’Ambasciata, che ha ricordato l'eccellente stato delle collaborazione con gli USA e come ovunque operino, da Gibuti all’Afghanistan, dall’Iraq al Libano, dal Kosovo alla Somalia, le Forze Armate italiane godono di un rispetto e prestigio unici al mondo.

In apertura del suo discorso, l'Ambasciatore Varricchio ha manifestato la più sincera vicinanza agli USA per la recente strage di Pittsburgh e condannato recisamente razzismo, odio e xenofobia. "La difesa dei diritti umani - ha sottolineato l'Ambasciatore - è un principio che da sempre guida l'azione di politica estera del Governo italiano come dimostrato dalla recente elezione dell'Italia al Consiglio per i Diritti Umani a Ginevra". Diritti umani, libertà e democrazia che sono i cardini del rapporto strategico con gli Stati Uniti che ci vede agire insieme in molteplici settori: dall'economia, alla ricerca, dalla tecnologia, alla sicurezza, dallo spazio alla sicurezza internazionale.

"Stati Uniti e Italia - ha proseguito Varricchio - nel quadro dell'Alleanza Atlantica e nel contesto di altre missioni internazionali, operano insieme in numerosi teatri di crisi nel perseguimento di una comune visione per un futuro di pace, stabilità e prosperità".

Non è mancato un accenno all'eccellente stato della collaborazione nel campo dell'industria della Difesa. "Le aziende italiane ha sottolineato l'Ambasciatore - forniscono equipaggiamenti, armamenti, veicoli, aerei, elicotteri e navi alle forze armate americane, a testimonianza che le nostre eccellenze, la tecnologia e la qualità dei prodotti italiani hanno pochi rivali".

In chiusura l'Ambasciatore si è rivolto in italiano ai numerosi connazionali presenti, ricordando come la Festa delle Forze Armate e dell'Unità Nazionale "sia un'occasione per condividere l’orgoglio di essere italiani, l'amore per il nostro Paese e per la nostra bandiera".

Le celebrazioni, legate alla Festa della Forze Armate, proseguiranno domenica 4 novembre a Washington con una messa in onore dei caduti e la deposizione di una corona di fiori al monumento al Milite Ignoto nel cimitero di Arlington.


2175