Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Conferenza sulla collaborazione nel campo della formazione sanitaria. Le eccellenze sanitarie italiane a Washington

Data:

29/09/2018


Conferenza sulla collaborazione nel campo della formazione sanitaria. Le eccellenze sanitarie italiane a Washington

Washington DC, 28 settembre 2018 – L’Ambasciata d’Italia ha ospitato la conferenza Atlantis Connect. È la prima conferenza internazionale di Atlantis, organizzazione che offre la possibilità a studenti americani in procinto di iniziare un percorso di formazione medica l’ opportunità di trascorrere un periodo presso reparti ospedalieri di altri paesi. Con più di 400 partecipanti, l'Italia è il paese con il maggior numero di studenti americani che aderiscono al programmi.

Alla conferenza hanno partecipato personalità del mondo della formazione in medicina, tra cui alcuni provenienti da centri di eccellenza italiani (ASST Papa Giovanni XXIII di Bergamo, San Camillo Forlanini di Roma, Università di Trieste, San Martino di Genova, Istituto Giannina Gaslini di Genova, ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda di Milano, IRCCS San Raffaele di Milano e Università di Pavia). I lavori della conferenza sono stati chiusi dal Professor Ranieri Guerra, Assistant Director General for Special Initiatives, WHO, e Chief Medical Officer presso il Ministero della Salute.

Nel corso di un incontro con i partecipanti italiani, tenutosi a margine della Conferenza, il Presidente dell’Istituto Giannina Gaslini di Genova, Pietro Pongiglione, ha consegnato all’Ambasciatore d’Italia negli USA, Armando Varricchio la medaglia celebrativa dell’80ᵒ anniversario della fondazione dell’ospedale genovese.

“Lo scambio ed il confronto di esperienze tra eccellenze italiane e americane in tutti i settori incluso quello della formazione in campo sanitario, è parte fondamentale del tessuto di relazioni che giornalmente arricchisce il florido rapporto tra Italia e Stati Uniti d’America” - ha dichiarato l’Ambasciatore Varricchio.


2154