This site uses cookies to provide a better experience. Continuing navigation accept the use of cookies by us OK

Conferimento onorificenze della Repubblica Italiana

Date:

04/29/2022


Conferimento onorificenze della Repubblica Italiana

Si e' svolta ieri a Villa Firenze, residenza dell'Ambasciatrice d'Italia negli Stati Uniti Mariangela Zappia, una cerimonia per il conferimento delle onorificenze di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana a Rita Maria Sambruna, e di Cavaliere dell’Ordine della Stella d’Italia a Nigel Lockyer e Cristiano Galbiati.

La Prof.ssa Rita Maria Sambruna è uno dei massimi esperti e leader mondiali nel campo dell'astronomia extragalattica di Nuclei Galattici Attivi. Autrice di studi innovativi in materia, e’ attualmente vicedirettrice della divisione di astrofisica presso il Goddard Space Flight Center della NASA. Nel 2019 è stata insignita dalla NASA della Extraordinary Achievement Medal per la sua leadership negli studi del 2020 dell’Astrophysics Decadal Survey. Eletta Fellow dell'American Physical Society nel 2020 e Fellow dell'American Astronomical Society nel 2021, ha ricevuto i premi NSF CAREER e NASA LTSA. Vice direttore del programma “Fisica del cosmo” (PCOS), che comprende una vasta gamma di argomenti scientifici, tra cui la radiazione cosmica di fondo, le particelle subatomiche e le radiazioni ionizzanti, e le onde gravitazionali. E’ inoltre responsabile del programma di ricerca, sviluppato in collaborazione con l’ESA (European Space Agency), per l’elaborazione dei dati forniti dall’Osservatorio Laser Interferometer Space Antenna (LISA), finalizzati allo studio delle onde gravitazionali.

Riceve l’onorificenza di Commendatore per particolari benemerenze acquisite, sia come scienziata di fama internazionale e autrice di studi innovativi, che come protagonista nella definizione delle strategie per la Divisione di Astrofisica della NASA e la supervisione delle attività concernenti le ricerche intergalattiche.

Il Dr. Nigel Lockyer è stato fino all’aprile 2022 Direttore del Fermi National Accelerator Laboratory (noto come “Fermilab”), di cui l’Italia è storico e importante partner per mezzo dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Lockyer è uno dei più noti fisici al mondo, sia per i notevoli contributi alla fisica delle particelle come ricercatore, che per la lungimirante gestione di importanti centri di ricerca come il TRIUMF in Canada. Ha guidato Fermilab nella nuova missione focalizzata sulla fisica dei neutrini con il progetto Long Baseline Neutrino Facility (LBNF/DUNE) e il piano di miglioramento degli acceleratori di protoni (PIP-II). Dal 2013 partecipa attivamente al Gruppo di Lavoro Bilaterale di Fisica, previsto dal Protocollo Esecutivo Italia-USA di cooperazione scientifica e tecnologica. Lockyer è membro dell'American Physical Society e ha ricevuto il Premio Panofsky 2006 per la sua ricerca sul quark bottom con l'esperimento MARK II presso lo SLAC National Accelerator Laboratory di Stanford. È stato dal 2002 al 2004 co-portavoce dell’esperimento Collider Detector presso il Fermilab (CDF), che ha scoperto il quark top. Nel 2021 Lockyer ha ricevuto il Distinguished Career Service Award del Dipartimento dell’Energia in riconoscimento dei suoi eccezionali risultati come direttore del Fermilab. Nel 2022 ha ricevuto una delle più alte onorificenze dal Regno Unito, nominato dalla Regina d'Inghilterra “Officer of the Order of the British Empire”.

Riceve l’onorificenza di Cavaliere per aver collaborato negli anni con scienziati italiani, per aver supportato la definizione di accordi quadro tra Italia e Stati Uniti, e per aver definito il sostegno di Fermilab ai programmi di ricerca dei laboratori INFN del Gran Sasso.

Il Prof. Cristiano Galbiati è professore di fisica alla Princeton University dal 2014, e dal 2018 professore presso il Gran Sasso Science Institute (GSSI) a L’Aquila. E' uno dei piu' brillanti fisici italiani della sua generazione. Dal 2013 è uno degli attori principali del Gruppo di Lavoro Bilaterale di Fisica, previsto dal Protocollo Esecutivo Italia-USA di cooperazione scientifica e tecnologica, e dal 2019 e’ membro dell'American Physical Society. Dirige il progetto internazionale DarkSide-20k nei laboratori nazionali dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare al Gran Sasso, a guida di un team di 400 scienziati, dei quali il 20% provengono da università statunitensi. E’ ideatore di progetti dalle notevoli ricadute tecnologiche e commerciali: “URANIA”, per la costruzione di un impianto realizzato dall’INFN per l’estrazione sotterranea di Argon in Colorado; “Aria”, colonna di distillazione criogenica ospitata in un sito minerario in Sardegna. Nel 2020 si è distinto per avere ideato e progettato il Mechanical Ventilator Milano (MVM), ventilatore meccanico semplificato che può essere prodotto in serie utilizzando componenti prontamente disponibili.

Riceve l’onorificenza di Cavaliere per i traguardi raggiunti nella sua carriera come professore e ricercatore, per aver contribuito mentre si trovava in Italia allo sviluppo di un prodotto che ha cambiato lo scenario dell’emergenza e della cura alla pandemia di Covid-19, e per aver mantenuto negli anni stretti legami con le istituzioni italiane.


2642